L’allergia è la reazione eccessiva del nostro sistema immunitario per i vari influssi esterni e interni (per gli allergeni). È una situazione endemica di oggi, che può compromettere la qualità della vita. Nella popolazione sono sempre più frequenti le alterazioni allergiche causate da diversi metalli. La causa si nasconde da una parte nelle leghe metalliche usate negli trattamenti odontoiatrici, dall’altra parte nei gioielli metallici sempre più alla moda.

Fra le materie odontoiatriche l’otturazioni in amalgama, le protesi fisse o mobili di base metallico contengono questi allergeni. I componenti delle leghe metalliche possono essere allergeni se dissolvendosi nella bocca gli ioni
metallici staccati dalla lega attraverso la circolazione del sangue arrivano nell’organismo. I pazienti nella bocca di cui si trovano più tipi di metalli nello stesso tempo sono particolarmente rischiati. L’esempio più marcato è quando l’amalgama e qualche metallo nobile – di solito oro – si trovano insieme. In questo caso si liberano ioni grazie la differenza di potenziale fra i metalli, che accompagnano sintomi fastidiosi: sapore metallico, pizzicore, salivazione, gengivite, ulcera della mucosa orale.
Dai portatori di protesi la più frequente è l’allergia al nichel. La semplice causa è, che questo metallo accade nella maggior quantità negli oggetti, come nei gioielli, nei fermagli, nei bottoni in metallo, nelle montature di occhiali, ma anche nelle protesi dentali.

I sintomi dell’allergia al metallo sono: bocca secca; pizzicore alla lingua; l’apparenza di ulcere della mucosa orale; bruciore orale; gengivite; emorragia; ispessimento dell’epitelio; infiammazione della pelle attorno la bocca; eczema; sapore acido, metallico; petecchie; caduta dei capelli; stanchezza cronica, febbre.

Nel caso di allergia al mercurio è indicato cambiare le otturazioni in amalgama. In caso di allergia al nichel, al cobalto e al cromo consigliamo i ponti e le corone completamente in ceramica, o quelli con guscio in oro o in ossido di zirconia. In caso di intolleranza dell’oro la soluzione migliore è la protesi preparata completamente in ceramica o in ossido di zirconia. Nel nostro studio eseguiamo esclusivamente ricostruzioni in composito, utilizziamo esclusivamente leghe prive di nichel e proponiamo quando possibile restauri protesici privi di metalli, per evitare reazioni avverse e garantire un eccellente risultato estetico.