Rigenerazione ossea dentale: tecniche e benefici

rigenerazione ossea dentale_Clinica Dentale Corese

Come risolvere la perdita di osso con la rigenerazione ossea dentale?

Se hai subito lesioni o perdite di osso, probabilmente il tuo dentista potrebbe averti consigliato un intervento di rigenerazione ossea dentale. Grazie a questa operazione, possibile con diverse tecniche, si riesce a ricostruire gran parte dell’osso che è venuto a mancare.

Le situazioni più comuni in cui si ricorre alla rigenerazione ossea dentale sono:

  1. Lesioni ossee dovute a tumori oppure eventi traumatici
  2. Perdita (o estrazione) di uno o più denti (a causa di piorrea oppure, specialmente con l’età avanzata, è comune la perdita del dente e l’assottigliamento dell’osso).
  3. Protesi mobile portata per troppo tempo

Quali sono le principali tecniche di rigenerazione ossea?
Ogni caso clinico è diverso e il dentista potrebbe scegliere soluzioni diverse tra:

  1. Auto-trapianto, cioè innesti di osso prelevato dal paziente stesso (osso autologo). Solitamente i prelievi vengono estratti da zone intra-orali (come il mento e arcata mascellare) oppure extra-orali (anca, cranio). Questa operazione richiede due operazioni distinte e viene preferita quando devono essere recuperate ampie zone di osso.
  2. Innesti di osso omologo, cioè di razza umana prelevato da cadavere.
  3. Innesti di osso eterologo, ossia non prelevato dal paziente ma di altra origine (es. osso di bovino deproteinizzato).
  4. Rigenerazione ossea guidata che sfrutta sia osso autologo, che eterologo e biomateriali (questi ultimi in alcuni casi vengono assorbiti senza necessità di essere rimossi, trasformandosi semplicemente in acqua e anidride carbonica).

In cosa consiste l’operazione di rigenerazione ossea?

L’osso umano ha la straordinaria capacità di rigenerarsi, tuttavia molto spesso richiede un supporto. Ha infatti bisogno di una struttura che sorregga e aiuti la crescita.

Nel caso di osso autologo, si ha la migliore qualità per la rigenerazione ossea e consiste nel prelievo di un unico blocco, che viene poi diviso in parti più piccole che vengono fissate nella zona da riempire.

Il fissaggio avviene tramite viti di titanio, materiale ottimo per unire e aderire ai tessuti umani, biocompatibile e ampiamente usato per gli impianti dentali.

Quali sono i benefici della rigenerazione ossea?

Le operazioni vengono effettuate in anestesia locale e sono completamente indolori, sebbene si tratti di operazioni complesse che richiedono un periodo di recupero per il paziente. Tra i vantaggi più grandi della rigenerazione ossea vi è quella di dare modo al proprio organismo di rigenerarsi in maniera naturale con ottimi risultati sia dal punto di vista estetico che funzionale.

Infatti per coloro che hanno subito la perdita dei denti e dell’osso dentale, è sempre più evidente anche per gli altri il cambiamento nella fisionomia del viso.

Le ossa facciali sostengono anche muscoli e pelle, per cui venendo a mancare, possono essere anche abbastanza evidenti. Tornare a sorridere stando in mezzo agli altri, non è una cosa di poco conto e grazie alla tecnologia odierna, questo problema può essere risolto.

Dal punto di vista funzionale, quasi inutile evidenziare la bellezza di tornare ad addentare un cibo, senza disagi o timori. Nel giro di 6 mesi, massimo un anno, anche le soluzioni più gravi possono essere recuperate con una percentuale di successo alta tra i pazienti.

Did you like this? Share it!