Come riconoscere una carie in tempo nei bambini

come riconoscere carie nei bambini

Quali sono i campanelli di allarme per riconoscere una carie nei denti da latte?

Per i genitori può essere complicato riconoscere una carie che sta iniziando ad aggredire i denti da latte dei propri figli. Nei più piccoli infatti non c’è ancora l’attenzione alla salute del cavo orale ma da sempre c’è la paura di dover andare dal dentista; quindi potrebbero non ammettere i primi fastidi a meno che non si parli di carie avanzata.

Abbiamo quindi deciso di dedicare questo articolo ai genitori, in modo che possano riconoscere sin da subito una carie, che sappiamo essere una malattia infettiva che avanza gradualmente e “silenziosa”.

Iniziamo col dire che non esistono grandi differenze tra denti degli adulti e quelli da latte, se non che questi ultimi sono più piccoli e lo smalto che li riveste è più delicato (in quanto meno mineralizzato).

Questi due fattori spiegano perché il processo carioso avanzi molto più rapidamente nei bambini piuttosto che negli adulti.

Da cosa riconoscere una carie nei denti da latte?

La carie è il risultato di una corrosione da parte dei batteri che proliferano nella placca e, se non curata in tempo, procede penetrando smalto, dentina ed infine la polpa del dente.

Prima di arrivare all’ultima fase, in cui sono i disturbi sono evidenti, il genitore può prestare attenzione ad alcuni segnali, spesso riconducibili ad un inizio di carie.

  • La comparsa di macchie o aloni scuri nei dentini. Probabilmente si è verificato un accumulo di residui in alcune parti dei denti e ciò potrebbe aiutare la proliferazione delle colonie batteriche.
  • Il cattivo alito persistente. Se non è una situazione temporanea, potrebbe esserci qualche squilibrio nel cavo orale e la carie è uno dei casi più frequenti.
  • Ipersensibilità dei denti da latte quando il bambino addenta cibi dolci oppure troppo caldi o troppo freddi.

In tutti e tre i casi, consigliamo di rivolgersi al dentista di fiducia e prenotare una visita di controllo e pulizia.

L’importanza delle visite di controllo dal dentista

Apparentemente la carie ai denti di un bambino potrebbe sembrare banale rispetto ad un caso negli adulti; in realtà produce gli stessi effetti e nel caso di perdita del dentino, influenzerà sicuramente la corretta dentatura definitiva.
Ad oggi gli specialisti scelgono di curare la carie dei denti da latte con soluzioni più conservative (come le otturazioni e devitalizzazioni) evitando fin dove possibile l’estrazione.
Per scongiurare queste situazioni limite e garantire a tuo figlio una bocca sana, il consiglio è di prenotare delle visite di pulizia almeno una volta all’anno.
Lo specialista sarà in grado di pulire i depositi di placca che si insinuano tra i dentini e bloccare sul nascere eventuali infezioni.

Quali sono i fattori di rischio della carie?

Affidarsi ad una clinica dentale di fiducia è il primo passo per tenere sotto controllo la salute del nostro cavo orale e quello dei più piccoli: è però indispensabile accompagnare ad essa una pulizia dei denti costante. Quindi spazzolino e dentifricio (meglio se al fluoro) in mano ai vostri bambini.

Ultimo consiglio ma non meno importante: ricorrere con moderazione a merende e cibi troppo dolci.
Introdurre tanta frutta e verdura nell’alimentazione dei piccoli, favorisce invece la mineralizzazione dello smalto dentale.

Did you like this? Share it!